Musica & Ballo

Lindy Hop: origini e curiosità sul ballo swing più famoso

08/02/2022

Tabella dei Contenuti

Uno dei balli swing più famosi è il Lindy Hop.

Il Lindy Hop è un ballo swing di origine afro-americana che nasce a New York e si balla in coppia. È molto importante, poiché nei primi decenni del ‘900 diventa un fenomeno trasversale in grado di superare le barriere razziali, unendo il ritmo delle danze africane alle strutture delle danze europee.

Scopriamo origini e curiosità di questo celebre ballo a ritmo di swing.

Cos’è il Lindy Hop

Questa danza swing nasce ad Harlem, celebre quartiere di New York, intorno agli anni ’20. Si tratta di un ballo che negli anni d’oro della musica swing ha rappresentato un fenomeno di massa e ha svolto un ruolo centrale per  l’integrazione  razziale.

Nella celebre e affollatissima sala da ballo Savoy ad Harlem si ballava tutti insieme al ritmo di swing, senza tener conto delle differenze di razza. Già negli anni ’40, il Lindy Hop si diffonde e diventa un ballo prevalentemente di coppia, che prevede l’esecuzione di numerose figure che derivano anche da altri balli.

Quali sono le origini del Lindy Hop?

Le origini del Lindy Hop, come detto, sono da ricercare nella comunità afro-americana nel cuore di Harlem, il quartiere multietnico di New York , negli anni Venti e Trenta. Questo ballo appena arrivato si diffonde rapidamente nei decenni successivi.

Si balla in coppia e unisce i movimenti delle danze africane con le strutture delle danze europee. È da considerare come un vero e proprio fenomeno culturale e di integrazione tra bianchi e neri.

Molte sono le cronache circa le affollatissime ballroom americane, dove si esibivano le grandi orchestre swing. La leggenda vuole che il più celebre dei balli swing fu chiamato Lindy Hop grazie al ballerino Shorty George Snowden, in occasione di una maratona di ballo nel corso delle celebrazioni della trasvolata atlantica (1927) di Charles Lindbergh, soprannominato “Lindy“.

Snowden, dopo aver eseguito alcuni passi già noti nelle ballroom di Harlem, disse che stava facendo il Lindy Hop pensando proprio al celebre volo da New York a Parigi del pioniere dell’aviazione degli Stati Uniti.

Il successo del lindy hop arriva con le affollatissime ballroom verso la fine degli anni ‘30, nella Savoy Ballroom di New York. I ragazzi di Harlem ballavano sulle note di Count Basie e Chick Web e l’ex pugile Herbert White, forte di notevoli capacità imprenditoriali, pensò di scegliere i migliori ballerini della pista per formare una compagnia di ballo.

I più talentuosi ballerini del Savoy Ballroom selezionati si preparavano per ballare ai concerti, ma anche per le performance cinematografiche. Nel 1936, i migliori performer si esibirono per 6 mesi al Cotton Club con il nome di Whitey’s Hopping Maniacs, ma poco dopo l’ex pugile imprenditore mise insieme un secondo gruppo, Whitey’s Lindy Hoppers che riuscì a raggiungere anche la popolarità cinematografica con la pellicola hollywoodiana A day at the races del 1937, diretta proprio dal fratello di Herbert, Marx White.

I Whitey’s Lindy Hoppers divennero celebri in tutto il mondo e grazie al loro stile inimitabile e inconfondibile resero celebre  il  lindy hop anche mediante il cinema.

Come si balla il Lindy Hop?

Ma come si balla il Lindy Hop? Il Lindy Hop è essenzialmente un ballo di coppia; una coppia è formata da due ballerini, un leader e una follower. La danza combina i movimenti improvvisati delle danze africane con la struttura delle danze europee. Una delle caratteristiche che rende unico questo ballo è che segue schemi ritmici sia a sei che a otto battute

Passi Base

Il Lindy Hop è un ballo che fa parte della categoria “social dance” ed offre molte opportunità di improvvisazione. Quando si balla “social” non c’è coreografia e nessuna routine fissa. Solitamente la coppia inizia in una posizione rilassata e chiusa. La posizione iniziale nel Lindy Hop vede la coppia connettersi con la mano destra del leader posizionata sulla schiena della follower e la mano sinistra della follower posizionata sulla spalla destra del leader. In aggiunta i due ballerini possono unire anche le mani: la mano sinistra del leader e la mano destra del follower. Insieme, la coppia formerà, con i loro corpi, una “V”, cioè non direttamente faccia a faccia, e nemmeno fianco a fianco.

Il ballo inizia con un cambio di peso, questo solitamente è un passo all’indietro, immediatamente seguito da un cambio di peso sull’altro piede. Il leader inizia sempre con un passo del piede sinistro e la follower con un passo del piede destro. Questo movimento dondolante avanti e indietro viene eseguito sul conteggio di due battute e serve a generare slancio per i passaggi successivi.

Il movimento dei piedi per un conteggio a sei di battute è il seguente: Step – step (o rock-step; battute 1-2), triple step (battute 3-4), triple step (battute 5-6).
Il “triple step” è formato da tre passaggi che vengono eseguiti sul conteggio di due battute.

È il leader che decide tutte le figure ed il follower deve interpretarle per seguirle nei movimenti, nel ritmo e nei passi. La postura è bassa e molto più rilassata rispetto ai tradizionali balli da sala; le ginocchia sono morbide e leggermente piegate e ogni passo è accompagnato da una piccola battuta o da un lieve rimbalzo. È importante balzare sempre verso il basso, lavorando con la parte anteriore dei piedi, con le caviglie e le ginocchia.

Man a mano che una coppia prende confidenza con ritmo e passi, sia il leader che la follower possono aggiungere variazioni e abbellimenti alle varie figure, per rendere la danza ancora più spontanea e personalizzata, ed i ballerini possono anche improvvisare alcuni movimenti individuali. Quando si balla con una musica più veloce, si tende a semplificare il movimento dei piedi e delle gambe, questo per consentire movimenti più fluidi.

Figure Lindy Hop

Il Lindy hop include numerose figure, acrobazie ed elementi che derivano dal charleston, dal tip tap, dallo shag e dal cakewalk. Le principali figure dell lindy hop sono lo swing out, il sugar push, Il tandem charleston da cui derivano ulteriori altre variazioni.

corsi lindy hop

Impara anche tu il Lindy Hop!

Dai un’occhiata alla nostra Dance Academy.
Mantieni viva la tua passione per questi balli o impara da zero, grazie ad insegnanti di fama internazionale.

Musica swing per ballare il Lindy Hop

Il lindy hop si balla sulla musica swing, ma in realtà si potrebbe prestare per ogni ritmo, è il ballo dei balli: include tutte le contaminazioni e molti passi di altri stili come lo Shag, il Tip Tap, il Balboa. Il lindy hop si identifica con lo swing e il suo ritmo sincopato.

Fra la migliore musica swing per ballare il Lindy Hop ci sono i pezzi suonati dal mito del clarinetto Benny Goodman, ma anche altri brani meno sincopati com Little Brown Jug della Glenn Miller Orchestra e ancora Tuxedo Junction, il classico Come Fly with Me di Frank Sinatra, i pezzi di Count Basie o Dean Martin.

Come vestirsi: outfit da Lindy Hop

Per ballare il Lindy Hop non esiste un outfit particolare, ma chiaramente l’abbigliamento deve essere comodo per consentire facilità di movimento nel modo più agile possibile.

Ricordate poi che il Lindy Hop è un ballo nato tra gli anni Venti e Trenta ed è indicato scegliere un outfit da swing, ricco di materiali e accessori che richiamano il contesto storico. Vediamo qualche consiglio sul perfetto outfit da Lindy Hop.

Abbigliamento Lindy Hop

Creare il perfetto outfit da Lindy Hop per le donne è semplice: si compone di gonne sotto al ginocchio, gonne a tubino purché consentano agilità di movimento. Perfetti anche i pantaloni culotte, i pantaloni palazzo e i pantaloni a vita alta, ma anche vestiti con la vita bassa

Potrete abbinare bluse e camicette comode ma non troppo ampie. Gli accessori ideali sono fasce e turbanti per tenere i capelli in ordine, ma anche acconciature raccolte, è consigliato utilizzare make up waterproof.

Per gli uomini invece, sono perfetti pantaloni e camicia, ma a fare la vera differenza sono le scarpe.

Scarpe da Lindy Hop

Ideali le scarpe  con la suola in cuoio, quelle più gettonate sono le bicolore stringate, sia derby che oxford. Ideali per la donna con un tacco non troppo alto.

Corsi per imparare il Lindy Hop

Ovviamente esistono corsi di diversi livelli  che solitamente si suddividono in livello per principianti, livello intermedio, livello avanzato.

Il livello per principianti insegna le basi, sia  a 8 che e a 6 tempi costruendo le prime figure

Il livello intermedio richiede la coscienza delle figure fondamentali del lindy hop come lo swing out, il lindy circle, il tuck turn, inside turn, outside turn, il change place e il side by side charleston. Si impara a danzare su ritmi sempre più incalzanti lavorando sulla musicalità.

Il livello avanzato consente di approfondire le conoscenze di ballo e la connessione con il proprio partner, lavorando sulla qualità del movimento con varianti di stile e di passi sia per il leader che per la follower per ballare con personalità e affinare il proprio stile

I più famosi ballerini di Lindy Hop

Chi sono i più celebri ballerini di Lindy Hop? Scopriamolo insieme.

I Whitey’s Lindy Hoppers

I Whitey’s Lindy Hoppers sono un gruppo di ballerini che ha segnato la storia del Lindy Hop: si sono esibiti nelle migliori ballroom di New York, hanno partecipato alle pellicole di Hollywood e sono diventati un punto di riferimento nell’immaginario collettivo.

Frankie Manning

Frankie Manning è stato il più grande ballerino, innovatore e coreografo di Lindy Hop della storia, star del Savoy Ballroom. Inventò uno stile del tutto personale, il Savoy Style, uno stile inconfondibile ricco di  acrobazie e variazioni. Fu anche interprete e coreografo, sue numerose coreografie rese celebri dal grande schermo.

Norma Miller

Norma Miller, nota anche come Queen of Swing, simbolo dello swing di Harlem degli anni ’30, un’icona indiscussa del lindy hop.

Willa Mae Ricker

Willa Mae Ricker è stata un’importante ballerina e performer americana di Lindy Hop e jazz negli anni ’30 e ’40 e ha fatto parte dei Whitey’s Lindy Hoppers di Harlem, popolare anche per la passione per la moda.

Al Minns

Al Minns, è stato un celebre ballerino di Lindy Hop, famoso per le sue interpretazioni cinematografiche e teatrali negli anni ’30 e ’40 insieme alla Lindy Hoppers di Whitey.

Dean Collins

Dean Collins è un’altra figura importante nella storia del Lindy Hop; a lui si deve il merito di aver introdotto il Lindy Hop in California quando nel 1936 si traferì lì da New York. Collins è apparso in innumerevoli film e produzioni durante la sua carriera di ballerino ed è anche considerato il pioniere del Lindy Hop “Hollywood Style”.

Jean Veloz

Jean è una leggenda vivente del Lindy Hop. Nata negli anni ‘20, si trasferì a Los Angeles nel 1942 e dal 1943 cominciò a comparire come ballerina nei film di Hollywood. Ha avuto ruoli memorabili nel film Swing Fever e nel cortometraggio Groovie Movie, ed è considerata un’icona del Lindy Hop “Hollywood Style”. Jean Veloz è tornata alla ribalta durante il revival del Lindy Hop negli anni ‘90 e ancora oggi fa apparizioni ai festival di danza di tutto il mondo.

L’elenco dei ballerini di spicco e importanti nella storia del Lindy Hop è lungo e ricco di nomi illustri, nomi come Jewel McGowan, Irene Thomas, Lenny Smith, Leon James, Hal Takier, Gil Brady e Arthur Walsh, solo per citarne alcuni.

Lindy Hop e il legame con il Cinema

Celebre per la sua spettacolarità, il Lindy Hop ha sempre avuto un legame speciale con il cinema,  Negli anni ’30 o ’40 sono molte  le pellicole  arricchite da scene di ballo.

Hellzapoppin

La più celebre scena di Lindy Hop è quella del film Hellzapoppin del 1941 ed è stata eseguita dai Whitey’s Lindy Hoppers, la compagnia di ballo nata al Savoy.

La scena si apre sui musicisti Slim Gaillard e Slam Stewart vestiti da fattorini, che cominciano a suonare degli strumenti musicali trovati nel backstage di un teatro, poi altri operai si uniscono alla jam e quando la musica prende forma arrivano i Whitey’s Lindy Hoppers in abiti da lavoro e comincino a ballare sulle note una coreografia firmata da Frankie Manning, icona del Lindy Hop.

Swing Kids

Swing Kids è una pellicola del 1993 ambientata negli anni ‘30 della Germania nazista: parla di un gruppo di giovani tedeschi ribelli appassionati di musica swing che ascoltano i dischi di Benny Goodman, Count Basie e Django Reinhardt e vanno a ballare di nascosto. Lo swing diventa simbolo di ribellione.

Malcolm X

In Malcolm X, pellicola del 1992 diretta da Spike Lee, Denzel Washington interpreta  il celebre attivista afroamericano. Una delle scene è ambientata in una delle grandi Ballroom di Harlem dell’epoca, dove l’attore, che interpreta Lionel Hampton, fa scatenare in pista dei ballerini sulle note di Flying Home. In scena è presente anche il celebre Frankie Manning, che ha curato lo stile.

Altri film con scene memorabili di Lindy Hop sono After Seben, Swing Fever, A Day at the Races, Buck Privates, Groovie Movie e Rock Around the Clock.

Conclusioni

I balli come il Lindy Hop sono attuali più che mai grazie al Summer Jamboree,  il Festival Internazionale di musica e cultura dell’America anni ‘40 e ‘50, e alla sua Dance Academy.

Se anche tu vuoi imparare le danze “vintage style” dai un’occhiata alla nostra Dance Academy. Mantieni viva la tua passione per questi balli o impara da zero grazie ad insegnanti di fama internazionale.

Newsletter

Rimani aggiornato

Iscriviti alla newsletter del Summer Jamboree per scoprire in anticipo tutte le nostre novità!

newsletter