Carl Sonny Leyland (USA)



Carl Sonny Leyland è cresciuto sulla costa meridionale dell’Inghilterra, vicino alla città di Southampton. Negli anni ’50 si è innamorato del rock’n’roll, il suo primo amore, ascoltando i dischi di suo padre ma nel 1970, quando ha visto esibirsi il mitico Carl Perkins che si trovava in tour nel Regno Unito, il Rockabilly è entrato definitivamente nella sua vita. Carl Sonny Leyland inizia a suonare il pianoforte all’età di 15 anni ispirato dal Boogie Woogie di personaggi come Albert Ammons, Pete Johnson e Meade Lux Lewis. Si è subito dimostrato molto portato, tanto che dopo soli tre mesi si è esibito pubblicamente per la prima volta e dopo sei mesi è stato ingaggiato da una blues band locale con la quale ha iniziato a suonare nei pub e nei locali. Nel 1988 Leyland, dopo essere stato in vacanza negli Stati Uniti decide di trasferirsi lì in maniera permanente dopo esserne rimasto folgorato. Col passare degli anni l’artista ha ampliato il suo repertorio musicale includendo Ragtime, New Orleans Jazz e Swing, senza smettere di suonare Blues e Rockabilly. Oltre a proporsi come artista Leyland è stato in tour come pianista con artisti del calibro di Anson Funderburgh, Sam Myers, Big Sandy & His FlyRight Boys ed è comparso anche in vari dischi con artisti come Deke Dickerson, Kim Lenz, Jerry McCain e Billy Boy Arnold, solo per citarne alcuni. Come componente della house band del festival  “Viva Las Vegas” Leyland ha accompagnato molti artisti leggendari degli anni’50, tra i quali Chuck Berry, Billy Lee Riley, Sonny Burgess e Janis Martin, tra gli altri.